Menu

Cart
zoom

Nicchio & L’Accordo Speciale “Schermata Blues”

Nicchio/Nicola Cardellicchio (voce e armonica)
Franco Speciale (chitarra acustica ed elettrica)
Umberto Calentini (basso elettrico)
Camillo Pace (contrabbasso)
Pasquale Angelini (batteria e percussioni)
Francesco Galizia (pianoforte e fisarmonica)
Claudio Chiarelli (sax)
Cristina Liuzzi – Marcello Genco (cori)
Special guest
Michele Papadia (organo e clavinet)
Beyond Jazz – Four CD BE005 (2009)

Prezzo di vendita: € 12,00
  • Descrizione
  • Audio
  • Video

C’è tutta l’esperienza del blues pugliese nell’album di Nicchio & l’Accordo Speciale, trait d’union fra Nicola “Nicchio” Cardellicchio, forte di anni di esperienza di palco in varie blues band (fra le quali appunto la “Nicchio Blues Band”) e Franco Speciale, chitarrista e docente di musica. L’album “Schermata Blues” è una sapiente commistione tra freschezza compositiva e coesione del gruppo, dove il Sound è tutto e tutti giocano la propria parte in maniera egregia. A partire da Nicchio, frontman con capacità di coinvolgimento uniche e un timbro caldo e graffiante. Firma tutti i testi (esclusi “Ben ti sta” e “Ninetta” scritti da Cristina Liuzzi) con temi tipici del blues (il whisky, le donne) e altri più attuali: la caratteristica schermata blu(es) del computer che da il titolo all’album o anche la denuncia dei problemi del sud Italia, in particolare di Taranto, sua città natale (in “Terzo seno”). Preziose le sue fiorettature melodico-solistiche con l’armonica a bocca, suonata in modo leggiadro e accattivante, mai invadente. La scelta dei testi in italiano è significativa, poiché il Blues è una forma comunicativa capace di raggiungere con la sua nenia armonica i cuori e le menti di chiunque. Importante l’avvicendamento di Franco Speciale compositore e arrangiatore dell’intero album, oltre che equilibratissimo e capace chitarrista, sfrutta tutte le tendenze stilistiche del genere, dal blues traditional al Folk, Country e Bluegrass (come nei brani “Terzo seno” e “La sagra dei sapori”). Tutto è reso possibile grazie anche all’aggiunta del pianoforte e dalla fisarmonica di Francesco Galizia e dei virtuosismi dell’organo di Michele Papadia che fanno da corposo tappeto. In “Sono un po’ distratto” possiamo lasciarci trasportare da una nota di colore funky e dal timing avvincente, con il robusto sound del clavinet di Michele, in perfetta sintonia con la slide guitar di Franco. Tutta armonia e coerenza dunque dalle prime alle ultime note dell’album, ogni brano un’intuizione, una sensazione, un luogo, un’epoca. Nulla è lasciato al caso , ogni spazio compositivo è studiato al meglio senza mai stancare l’ascoltatore, come spesso accade in tanti album blues, dove si cade nella ridondanza e nell’infinita e stancante esecuzione di assolo. Qui tutto è ‘suono’, misura, equilibrio, atmosfera e, perché no, allegria e divertimento, poiché un disco anche questo deve possedere: la capacità di rilassare e coinvolgere al contempo, senza deludere il pubblico più attento. Un album blues dal sapore amabile e mai monotono. 

 

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

 

Contatti Four

Sede operativa
70124 Bari - Via C. Rosalba, 47/J
Tel/fax. 080 9641086
Sede legale
72117 Ostuni (BR) - Viale F. Crispi, 85
E-mail info@four-edition.com
Cod. fiscale: 93322290722
P. IVA: 06423250726
Color I Color II Color III

Log In or Register